Archivi tag: cashback

Il Cashback, un incentivo di sviluppo per l’e-commerce in Italia

Il Cashback, un incentivo di sviluppo per l’e-commerce in Italia

Per diversi anni l’e-commerce ha stentato ad affermarsi tra i consumatori europei. Negli ultimi 3-5 anni invece l’e-commerce è diventata la modalità d’acquisto privilegiata per molte categorie di prodotti e servizi: pensiamo ai viaggi , all’elettronica, ai prodotti e ai servizi per l’intrattenimento, e ancora agli acquisti di capi d’abbigliamento e di prodotti d’arredo.
Il canale e-commerce rappresenta quindi, se ben utilizzato, una importante opportunità per il sostegno dei consumi, di cui l’economia ha un gran bisogno. Una opportunità che va ben utilizzata, ascoltando in primo luogo le richieste dei consumatori.
Ma quali sono le motivazioni d’acquisto e di abbandono degli shopper italiani?
La risposta a questa domanda ci viene da una ricerca di mercato a livello europeo condotta da Ipsos Loyalty su commissione di Webloyalty, azienda specializzata in programmi di sconti e nella generazione di reddito supplementare per aziende che fanno commercio online, che mette in evidenza come per i consumatori italiani la voce “risparmio” costituisce il principale incentivo allo shopping online.Risparmio rappresentato non solo dai prezzi interessanti che un sito di e-commerce è in grado di garantire, ma anche dalla possibilità di usufruire di offerte speciali, buoni sconto e altre formule come il cosiddetto cashback, un meccanismo che prevede il rimborso per il consumatore di una parte della cifra spesa per ogni acquisto effettuato online.
Il prezzo vantaggioso è la ragione principale (45,2%, 51,6% in Spagna), seguito dalla comodità rispetto al negozio tradizionale (35,8%, in Spagna è il 38,4%) e dalla facilità nel trovare il prodotto desiderato (22,3%, in Spagna è il 25,7%).
Le prime tre ragioni che spingono a ripetere l’acquisto sono: l’esperienza positiva vissuta con il primo acquisto (28,6%), un sito user-friendly (26,9%) e l’ampiezza dell’offerta che il sito propone.
La facilità di navigazione e le informazioni facilmente reperibili sono probabilmente quelle con maggior margine di miglioramento così come sono da enfatizzare gli strumenti di fidelizzazione.
A tal proposito un focus particolare è posto sulle dinamiche del cashback, che in Italia sono ancora poco note rispetto ad altri paesi europei (29% in Italia  contro il 44% della Francia) e meno sfruttate che altrove, considerando che solo il 9% degli italiani è iscritto a un programma di cashback. E proprio quest’ultimo, secondo lo studio, può diventare uno strumento di crescita e sviluppo dell’e-commerce in Italia. A differenza della maggior parte dei portali che raccolgono le offerte online, i siti di cashback non sempre presentano gli elenchi dei prodotti e i costi ma spesso soltanto i link ai negozi online convenzionati nei quali effettuare gli acquisti. Seguendo questi collegamenti, i membri registrati che comprano negli store convenzionati, oltre a sfruttare le offerte a disposizione, possono vedersi rimborsare in denaro o una percentuale del prezzo pagato per l’acquisto o un importo fisso, a seconda di quanto previsto per ogni negozio online convenzionato.
Il rimborso avviene tipicamente tramite assegno bancario, bonifico, PayPal, o addirittura in contanti, in base alle condizioni del portale di cashback di riferimento, e tra i siti convenzionati in cui è possibile fare acquisti ci sono colossi come Ebay, eDreams, Apple Store, iTunes e Dell, ma anche negozi di elettronica come UniEuro e Monclick, operatori telefonici come Tele2 e Fastweb e perfino outlet online come Privalia.
In pratica, i portali di cashback “sacrificano” parte dei guadagni garantiti dagli accordi promozionali con i negozi convenzionati girandoli al cliente che effettua l’acquisto. In questo modo entrambe le parti hanno un vantaggio: il cliente unisce la convenienza delle offerte al rimborso, e i siti di cashback possono rifarsi di quanto corrisposto grazie alla fidelizzazione dei clienti e il conseguente aumento del numero di transazioni.
Quindi in conclusione si tratta di un bel potenziale se si pensa che ben il 79% degli italianii ad oggi non iscritti a programmi di cashback, dopo aver ricevuto informazioni in proposito, si dichiara potenzialmente intenzionato a utilizzarlo. Il 60% è interessato a programmi di cashback grazie alla combinazione virtuosa tra convenienza del prezzo praticato online e del rimborso, oltre alla possibilità di scelta tra svariati store online (36%). High tech (50%), turismo (43,5%), accessori moda e per la casa (36,2%) sono gli ambiti in cui gli italiani sfruttano i vantaggi del cashback, laddove i consumatori francesi privilegiano prodotti culturali come libri e DVD (36%).

Carte Visa, cresce del 16% la spesa degli stranieri in Italia

Carte Visa, cresce del 16% la spesa degli stranieri in Italia

VisaNel 2015 i visitatori stranieri in Italia hanno speso con carte Visa 12,8 miliardi di euro, il 16% in più rispetto all’anno precedente. Regno Unito, Usa, Francia, Germania e Svizzera sono i top five spender in Italia durante l’anno appena concluso, con un totale di spesa pari a € 7,7 miliardi, il 60% del totale dei volumi registrati da Visa. I visitatori cinesi segnano un incremento di spesa del 56% rispetto al 2014, mentre i consumatori russi riportano una decrescita di spesa nel nostro Paese del 37%. Gli italiani all’estero nel 2015 hanno effettuato acquisti per un valore di 9,8 miliardi di euro (+11%) portando a termine oltre 168 milioni di transazioni. Le destinazioni straniere che hanno riportato la maggiore spesa dei nostri connazionali nel 2015 sono state Regno Unito, Lussemburgo, Spagna, Francia e Stati Uniti. Il el totale è stato speso nel solo Regno Unito. Alberghi e strutture ricettive rappresentano la voce di spesa degli stranieri in Italia con i maggiori volumi nel 2015, per un totale di € 3,2 miliardi (+10,7 %). Al secondo posto moda/abbigliamento, con una spesa di € 2,4 miliardi (+8%), seguiti da prodotti e servizi assicurativi con 1,4 miliardi di euro (+35%). La maggiore voce di spesa degli italiani all’estero risulta essere quella per alberghi e strutture ricettive, con volumi pari a 1,2 miliardi di euro.

Continua la lettura di Carte Visa, cresce del 16% la spesa degli stranieri in Italia

E’ il cashback la chiave per il successo dell’E-commerce in Italia

E’ il cashback la chiave per il successo dell’E-commerce in Italia

 cashback-ecommerce-italia

Interessante ricerca, condotta da Ipsos per Webloyalty, quella di cui vi proponiamo oggi, che rileva come il 26,4% dei consumatori italiani online sia stato spinto ad effettuare acquisti su siti di e-commerce beneficiando di buoni sconto e altre formule di risparmio, contro il 25,8% della Spagna e il 24% in Francia

Abbiamo già altre volte visto quanto l’E-commerce sia un fenomeno in costante crescita nel nostro paese. Lo abbiamo notato anche con una recente ricerca che sottolineava quanto l’integrazione con Mobile e Social Media fosse importante, ma ci siamo tornati anche ieri con i risultati di un’altra ricerca, ad opera di comScore, che sottolineava di nuovo quanto il mobile stia dando una grossa mano alla crescita dell’E-commerce. La ricerca che vi proponiamo oggi, condotta da Ipsos per Webloyalty, azienda specializzata in programmi di sconti e nella generazione di reddito supplementare per aziende che fanno commercio online, non solo ci dà nuovi spunti di riflessione, ma ci dà uno spaccato più aggiornato di quale siano i siti online più frequentati dagli italiani per fare acquisti o anche quali siano i dispositivi più usati per effettuare acquisti. Vediamo allora la ricerca in dettaglio.

Intanto per i consumatori italiani la voce “risparmio” costituisce il principale incentivo allo shopping online. Risparmio che è rappresentato non solo dai prezzi interessanti che un sito di e-commerce è in grado di garantire, ma anche dalla possibilità di usufruire di offerte speciali, buoni sconto e altre formule come il cosiddetto cashback, ovvero il meccanismo che prevede il rimborso per il consumatore di una parte della cifra spesa per ogni acquisto effettuato online.

Tra i motivi che che spingono a scegliere un sito per lo shopping online la prima volta, al primo posto c’è sicuramente il prezzo vantaggioso  (45,2%, 51,6% in Spagna), seguito dalla comodità rispetto al negozio tradizionale (35,8%, in Spagna è il 38,4%) e dalla facilità nel trovare il prodotto desiderato (22,3%, in Spagna è il 25,7%). Mentre le prime 3 ragioni che spingono aripetere l’acquisto sono l’esperienza positiva vissuta con il primo acquisto (28,6%), un sito user-friendly (26,9%) e l’ampiezza dell’offerta che il sito propone; per i francesi la principale ragione rimane rappresentata dai prezzi (72%, contro il 32,9% di Spagna e il 21,7% Italia).

Un focus particolare, come già detto, è posto sulle dinamiche del cashback che in Italia sono ancora poco note rispetto ad altri paesi europei (29% in Italia  contro il 44% della Francia) e meno sfruttate che altrove, considerando che solo il 9% degli italiani è iscritto a un programma di cashback. Numeri che ci collocano dietro Francia (18%) e Spagna (11%), ma che sono in parte compensati dall’interesse che questo meccanismo, che prevede il rimborso di una parte della cifra spesa per ogni acquisto effettuato su un sito di e-commerce, suscita: infatti ben il  79% degli italiani ad oggi non iscritti a programmi di cashback, dopo aver ricevuto informazioni in proposito, si dichiara potenzialmente intenzionato a utilizzarlo. Il 60% è interessato a programmi di cashback grazie  alla combinazione virtuosa tra convenienza del prezzo praticato online e del rimborso, oltre alla possibilità di scelta tra svariati store online (36%). High tech (50%), turismo (43,5%), accessori moda e per la casa (36,2%) sono gli ambiti in cui gli italiani – e spagnolisfruttano i vantaggi del cashback, laddove i consumatori francesi privilegiano prodotti culturali come libri e DVD (36%).

Il panorama dell’e-commerce in Italia si caratterizza come dinamico e in continua evoluzione” – afferma Alexandre Cotigny, Direttore Generale Sud Europa di Webloyalty– “grazie anche ad alcune peculiarità del mercato: la diffusione di smartphone e tablet, la propensione alla multicanalità da parte dei player e la soddisfazione per gli acquisti online. Ora un’adozione massiccia del cashback promette, come dimostrano le risposte date dagli utenti italiani, di fornire ulteriore impulso alla diffusione del commercio elettronico, permettendo di colmare almeno in parte il gap tuttora esistente con le economie più avanzate. Webloyalty opera da tempo in questo senso, e il portale “Acquisti e Risparmi” è nato specificamente per incentivare l’e-commerce e promuovere l’iscrizione a programmi che garantiscono sconti su ogni acquisto online”.

Nel complesso, per i consumatori italiani l’esperienza di e-commerce è molto soddisfacente, solo per il 17% è negativa a causa della qualità del prodotto ricevuto (4,6%), del prodotto che non soddisfa le aspettative (3,8%) o dei lunghi tempi di attesa per ricevere il prodotto (3,5%).

Il profilo dell’acquirente online in Italia: mediamente su base mensile si affida a quattro siti (in linea con Spagna e Francia) ed effettua almeno un’operazione. I cosiddetti heavy buyer, cioè i più attivi, sono fortemente presenti in Umbria (89,5%), Liguria (87,2%) e Toscana (83,6%). Mentre gli acquirenti occasionali si concentrano in Friuli (36,4%), Calabria (33,3%) e Marche(32,1%).

Alcune differenze tra i consumatori dei paesi latini si notano rispetto alla stagionalità degli acquisti: se il 22% degli spagnoli, infatti, incrementa il numero delle proprie spese online durante i saldi invernali, solo il 16% di italiani e francesi lo fa.  Minore discrepanze si hanno invece per il periodo natalizio, con un terzo di francesi e spagnoli che compera più prodotti e servizi (il 28% in Italia).

Lo studio dedica naturalmente un’ampia sezione al mobile commerce, con dati che sottolineano ancora una volta la vasta diffusione e il massiccio utilizzo di smartphone e tablet da parte degli italiani: il 17,9% dei  nostri connazionali usa uno smartphone per fare acquisti online, inferiore al 20,2% degli spagnoli ma ben al di sopra del 12% dei francesi, mentre il 13,3% utilizza un tablet (superiamo il 12,8% degli spagnoli e distanziamo i francesi fermi al 9%).

Insomma, questa ricerca ci delle conferme su dati e rilevazioni già note e che quindi trovano ulteriore conferma. E ci riferiamo nello specifico al mobile commerce. Ma introduce quella che potrebbe essere davvero la chiave per accrescere il successo dell’E-commerce nel nostro paese, ossia il cahback. Vedremo se e come questi dati verranno confermati continuando a seguire l’argomento.

Intanto, voi conoscevate già il cashback? Siete iscritti a programmi del genere? Raccontateci le vostre esperienze con l’E-commerce.

cashback E-commerce_Infografica

fonte originale presa dal sito di Francesco Russo

CashBack come funziona, cosa è?

CashBack come funziona, cosa è?

cashback-dubli

Il termine cashback è una parola ormai nota nel web. Il suo significato letterario è “soldi indietro“.  Uno strumento commerciale utilizzato in molti paesi esteri che si sta sviluppando molto veloce. In Italia è arrivato poco più di anno fa, e sta rivoluzionando il mondo degli acquisti online.

Che cosa è il cashback?

Il cashback ha una caratteristica molto semplice. Ogni volta che una persona acquista un prodotto passando attraverso un portale di cashback, riceve una percentuale di denaro indietro sul suo acquisto. Una sorta di premio che le aziende riconoscono alle persone che le hanno scelte per il loro acquisto.

A creare il sistema è un portale, detto portale di cashback, che attraverso collaborazioni commerciali, offre visibilità maggiore e una pubblicità superiore ai sito a lei associata in cambio di una percentuale sull’acquisto dei suoi prodotti e servizi.

Il cashback è un sistema efficace in grado di soddisfare tutte le controparti: i clienti possono contare su un ritorno in denaro su ogni acquisto; il negozio online può contare di una pubblicità gratuita e un aumento delle vendite; il portale cashback ha un ritorno economico in percentuale alle somme spese che dividerà con i suoi clienti.

Come funziona il cashback?

L’utente si registra su un sito di cashback e come se entrasse in un centro commerciale online dove sono presenti milioni di prodotti e servizi come: viaggi, elettronica, articoli per la casa, prodotti di consumo, telefonia, benessere, libri, articoli sportivi, intrattenimento, auto ecc… Quello che contraddistingue questo grandissimo centro commerciale è che nel momento che si andrà ad acquistare qualche cosa, oltre a pagare lo stesso prodotto oltre il 40% in meno di un negozio classico, il sito cashback riconosce una percentuale di denaro direttamente in carta di credito o nel conto bancario.

Una cosa eccezionale che sta stravolgendo il mondo degli acquisti online.

La domanda sorge spontanea, perché pagare di più per ottenere lo stessa cosa? Il cashback è una trovata geniale che molte aziende stanno abbracciando.

Quali sono i siti di cashback?

Su internet è possibile trovare diverse siti che offrono cashback, ma sicuramente l’azienda numero uno al mondo è Dubli.

DubLi è una azienda nata nel 2003 e da oltre 6 anni è quotata nel listino del Nasdaq OTC. Questa estate approderà nel listino del Nasdaq principale a fianco delle più grandi aziende al mondo come Facebook, Google, Apple, ecc…

Essendo DubLi l’azienda più grande al monde al mondo con oltre 20.000.000 di clienti, è in grado di offrire un cashback fino a 10 volte superiore a qualsiasi altro siti simile. Devi pensare che il cashback offerto da DubLi raggiunge il 30% e i portali affiliati sono tra i più conosciuti al mondo.

Alcuni esempi sui cashback offerti dai principali portali:
Groupon (cashback fino al -9,2%)
Zalando (cashback fino al -8%)
Aliexpress (cashback fino al -8,2%)
PoinX (cashback fino al -11%)
Unieuro (cashback fino al -7%)
Pixmania (cashback fino al -7,9%)
iTunes (cashback fino al -10,3%)
Mi fermo qui, ma sul sito di DubLi puoi trovare oltre 10.000 siti partner per una offerta a 360°.

 

Il caskback di DubLi

Per ricevere il cashback da DubLi basta essere registrati al sito e ogni volta che si dovrà fare un acquisto su uno dei portali convenzionati, basterà cliccare sul link del portale eCommerce scelto e fare l’acquisto come si è sempre fatto. Non cambia nulla, con l’eccezione che tutte le persone che acquistano passano dal portale di DubLi, hanno un ritorno in denaro immediato.

cashback-come-funziona1

Esempio di una acquisto attraverso il portale DubLi

Come abbiamo detto prima, DubLi riconosce una percentuale in denaro solo perché hai cliccato dalla sua pagina per andare al sito del partner per comprare qualcosa.

Per esempio:
Una volta iscritto scegli il negozio che dispone dell’articolo di interesse, clicca sul link del partner per arrivare al sito, prendiamo come esempio Zalando. Arrivati sul sito di Zalando abbiamo a disposizione ogni cosa, promozioni, sconti, buoni, come qualsiasi altri cliente. Dopo aver scelto il prodotto e pagato, esempio un paio di scarpe da 100€, DubLi riconoscere al proprio iscritto 8€. Se fossimo andati direttamente su Zalando passando per esempio da google, le 8€ nessuno ce le avrebbe date indietro.

Nell’esempio abbiamo parlato di un paio di scarpe, ma pensa ad una famiglia di 4 persone quanto spende per una vacanza ogni anno. Se poi si va ad aggiungere tutti i prodotti che si vanno ad acquistare online, il ritorno di denaro ogni anno può superare i 500/1000€. Tutto questo con un semplice click

Quali sono i siti eCommerce presenti in DubLi?

Con DubLi puoi contare su oltre 10.000 siti partner (la previsione di fine anno è di oltre 20.000) per una offerta a 360°.

In seguito abbiamo preparato una tabella con alcuni portali presenti nell’offerta:

portali-dubli1

Sul sito puoi navigare nelle diverse categorie e trovare tutte quelle attività che hai bisogno.

Dubli: Il Vero Network Del XXI Secolo

Dubli: Il Vero Network Del XXI Secolo

dubLiflyingDubot

Non avrei fatto più Network Marketing.

Nulla è per sempre ma per un pò me ne sarei stato alla finestra perchè nessun progetto rispondeva a quello che volevo, poi però è arrivato Dubli…

Cosa è Dubli?

dubli-review

Dubli è il più grande ecommerce del mondo che utilizza il network marketing, offrendo i migliori prodotti al miglior prezzo e fa guadagnare dei soldi (anche ai semplici clienti! )

Troppo bello vero? Aspetta che mi spiego meglio …

Tu da semplice cliente (senza dovere cacciare manco un centesimo) passando dal portale ecommerce di Dubli accedi a siti famosi come Zalando, Unieuro, Groupon, Booking.com, Eprice, CoopOnline etc.. (sono più di 10mila!), compri il prodotto della marca che desideri a prezzi convenientissimi e in più (rullo di tamburi) ricevi anche dei soldi grazie al Cash Back

NEGOZI DUBLI

Vuoi Collaborare Direttamente Con NOI  ?

Cosa è il Cash Back ?

Il Cash Back è il ritorno di denaro: ad esempio spendi 250 euro per 3 giorni in un hotel a Miami al miglior prezzo garantito prenotando su hotels.com e grazie al Cash Back di Dubli ricevi sulla tua carta di credito, su paypal o in banca 31 euro!

Praticamente il cash back sono i soldi con l’elastico, cioè li dai ma è come se le banconote fossero attaccate con un elastico e ti ritornano indietro

Si è inventato Dubli il cash back? Assolutamente no…

Solo che Dubli ha il cash back più alto sul mercato quindi è più vantaggioso per i clienti che risparmiano e guadagnano di più!

I 3 Modelli Di Business Di Dubli

Dubli ha 3 semplici modelli di business.

Il primo modello di business è fare clienti.

Ci sono due tipi di clienti : il free e il VIP.

La differenza? il free è GRATIS e ha una percentuale minore di cash back, il VIP ha un abbonamento annuale (99 euro) e ha il massimo ritorno di denaro su ogni sito partner di Dubli.

Se acquistano poco faranno il free, se usano molto l’ecommerce faranno il pacchetto VIP e in pochi acquisti se lo ritroveranno già pagato.

E’ difficile fare clienti?

Direi di no perchè si fa risparmiare la gente su cose che già fanno.

Esempio di conversazione : “Davide acquisti su Groupon?” “Si” “Ti interesserebbe guadagnare il 9,2% su ogni acquisto che fai?”…..

secondo te cosa risponde?

Il secondo modello di business di Dubli si chiama

Partner Program

te lo accenno solo perchè altrimenti stanotte non dormi

In pratica Dubli ricrea un portale ribrandizzato per aziende e associazioni No Profit (non compare Dubli ma il marchio dell’ente).

In questo modo gli enti che hanno una grande lista nomi ma non riescono a monetizzarla, offriranno il servizio chiavi in mano di Dubli ai loro contatti che oltre ad avere un vantaggio comprando i prodotti al miglior prezzo avranno anche del denaro indietro.

E che ci guadagna l’azienda o l’associazione? Il 30% sul cash back di tutti i suoi clienti!!

Dubli Partner Program

E chi presenta un Partner Program? Fino al 27,5% sul cash back di tutti i clienti

In pratica devi vedere il Partner Program come decine di miglia di clienti in una botta sola!

Il terzo modello di business prevede il Network Marketing, ovvero trovare persone che non solo vogliono risparmiare ma vogliono guadagnare facendo risparmiare altra gente.

Col Network Marketing hai la possibilità di guadagnare non solo dai clienti che fai tu ma anche da quelli dell’intera organizzazione.

Prova a riflettere… Puoi fare più clienti tu da solo o lavorare in team con altre persone (come se fossero franchising) dove ognuno fa dei clienti?

La risposta è ovvia ed è proprio dai clienti che si può ottenere nel lungo periodo una VERA e SANA rendita passiva.

Vuoi Collaborare Direttamente Con NOI?

e con il grande e meraviglioso Dream Team YES WE CAN???

Perchè dovresti scegliere proprio Dubli?

5117993638_1565f56b8c_z

Una delle caratteristiche più importanti è che Dubli è un progetto che può stare sul mercato anche senza il Network Marketing alle spalle.

Per il 90% degli altri MLM questo non succede e se non ci fosse la vendita “forzata” i prodotti non avrebbero mercato.

Un’altra variabile fondamentale è che con Dubli non cambia le abitudini della gente.

Non devi proporre prodotti semisconosciuti che costano il triplo di quello che la gente trova sullo scaffale al supermercato, devi semplicemente mostrare” un modo intelligente per risparmiare quando comprano l’iphone

Anche se uscisse il prodotto che dona l’eterna giovinezza la gente continuerà a fare viaggi,comprare scarpe, telefoni, computer, vestiti e cibo.

Dubli sarà sempre di moda, visto anche il trend al rialzo dell’ecommerce.

Dubli e Internet

Dubli ci permette di sfruttare al 100% sia l’online che l’offline.

Con i mezzi creati dalla società stessa e dal nostro Team YES WE CAN possiamo letteralmente fare clienti e collaboratori in ogni parte del mondo.

Internet è nostro alleato e anche la guerra dei prezzi non ci fa paura perchè quell’onda la cavalchiamo.

Ahimè questo non vale per molti altri network di prodotti.

Perchè? Ora mi spiego meglio.

Prova a fare una ricerca su Ebay o su Amazon e vedrai che troverai molti prodotti commercializzati tramite il network marketing che vengono letteralmente svenduti anche a meno della metà.

Capisci che è difficile vendere una cosa a 100 quando la stessa la trovi online a 30 ?

Anche io non lo trovo corretto ed etico ma questa è la realtà

Perchè funziona Dubli

La risposta è semplice : tutte le persone vogliono risparmiare e il 96% vuole guadagnare dei soldi in più.

Sapete che fa il restante 4%?

Pensa…..

I Vantaggi Che Avresti Lavorando Con Noi

Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a guadagnare e a crescere dal punto di vista professionale.

Non ci interessa reclutare “chiunque” ma compagni con cui scrivere una storia importante del business.

TEAM YES WE CAN

Ma c’è un problema…

La pedina più importante di tutto questo sei tu.

Non esistono scorciatoie. L’ascensore per il successo è sempre guasto e devi farti le scale a piedi

Se sei disposto a a dare il 100% devi sapere che in noi troverai il più grande alleato.

Adesso basta scrivere, vogliamo sentire la tua voce e voglio che tu possa sentire attraverso la mia l’entusiasmo per la grandezza di quello che stiamo costruendo.

Non esiste il successo in una notte, non ci crediamo.

Esiste fare oggi quello che la maggior parte delle persone non vogliono fare per potersi permettere un domani di fare quello che tutti vorrebbero fare ma non possono permettersi di fare.

E tu da che parte vorresti stare?

 

Contattaci

Contattaci

First
Last
Sending